Good Practice: Toscana Wine Architecture & Love Me in Tuscany all'ILE di Palma de Mallorca

Focus del primo Interregional Learning Event (ILE) di BRANDTour era la "promozione di prodotti turistici per migliorare la visibilità, l'immagine e la diffusione sul mercato delle destinazioni"

Prosegue il cammino del progetto europeo di cooperazione territoriale BRANDTour i cui parter sono reduci dal primo Interregional Learning Event (ILE) che si è svolto a Palma de Mallorca (24-25 ottobre). 

Incentrato sulla "promozione di prodotti turistici per migliorare la visibilità, l'immagine e la diffusione sul mercato delle destinazioni", l'ILE si è aperto con una mezza giornata dedicata alla presentazioni delle Buone Pratiche legate al tema dell'incontro.

Nel pomeriggio, invece, i rappresentati delle 6 regioni europee coinvolte nel progetto hanno preso parte ad un focus group assieme ad autorità di gestione, esperti di politiche e stakeholder locali, per analizzare e discutere i progetti presentati nella mattinata.

La delegazione toscana - guidata da Teresa Caldarola, funzionario del settore Promozione Turistica. Legislazione Turismo e Commercio della Regione Toscana, e composta da Alessia Geroni e Daniela Burrini del settore Sviluppo Prodotti, Mercati e Offerta Territoriale di Toscana Promozione Turistica - ha presentato, come Good Practice regionali, i progetti: Toscana Wine Architecture & Love Me in Tuscany.


Ideato dall’Associazione Nazionale Città del Vino e sviluppato e finanziato dalla Regione Toscana, il progetto Toscana Wine Architecture ha permesso la creazione di un circuito di 14 cantine d’autore e di design, firmate dai grandi maestri dell’architettura contemporanea, che hanno aperto i battenti a visite e degustazioni. Il tutto con l'obiettivo di promuovere il prodotto enologico toscano, il paesaggio vitivinicolo e i possibili itinerari sia sul mercato nazionale sia all’estero. Dal 2014 - anno del lancio del progetto - ad oggi, Toscana Wine Architecture ha contribuito allo sviluppo del turismo enologico in Toscana.

Nel 2016 il numero di turisti che hanno visitato le cantine della Toscana è stato di circa 160 mila, i quali hanno trascorso oltre 850 mila pernottamenti, pari a 1,9% del movimento complessivo. Anche per i primi otto mesi del 2017 il panel delle aziende vitivinicole ha fornito indicazioni di una crescita del mercato superiore al 10%, trainato soprattutto dalla domanda internazionale. Sempre nel 2016 il fatturato del settore è stato stimato in 400 milioni di euro.


Lanciato nel 2014, il progetto Love Me in Tuscany - seconda good practice toscana presentata a Palma di Mallorca - è nato per promuovere il prodotto wedding regionale sui mercati italiano ed estero. Questo progetto, ideato da Toscana Promozione Tursitica, ha favorito le collaborazioni tra le 3 mila imprese della filiera ed ha portato all’aumento dei viaggi romantici e degli eventi wedding sul territorio della Toscana.

Si stima, infatti, che nel 2016 si siano tenuti in Toscana ben 2.567 eventi di questa natura, con un aumento del +30,8% dal 2014 e una media di 51 partecipanti per evento e per un totale di 500 mila pernottamenti. Cresciuta anche la spesa diretta per l’organizzazione degli eventi è di 141,1 mln € (+31,2% dal 2014), che sale a 198 mln € per effetto della produzione indiretta e indotta che genera in regione. Il Valore Aggiunto del settore è di 95,2 mln € (per 1 € di produzione che il mercato attiva si crea una ricchezza di 0,48 €).

PER SCORPIRE LE GOOD PRACTICE PRESENTATE DAI PARTNER DEL PROGETTO BRANDTOUR VISITA LA LIBRARY DEL SITO UFFICIALE DEL PROGETTO.